Ernie addominali: uno sguardo alla patologia

Ernia è termine di origine greca, e indica qualcosa che sboccia, che esce fuori, che germoglia.

In medicina si intende la fuoriuscita di un viscere (o di una parte di esso) con i suoi rivestimenti, dalla cavità che normalmente lo contiene attraverso un orifizio o un canale anatomico.

Il termine viscere indica in generale tutti gli organi contenuti in una delle cavità presenti nell’organismo, che sono tre: cerebrale, toracica, addominale; ma sono soggetti a ernia soltanto i visceri mobili o quelli colpiti da determinate patologie.

ernia-inguinaleErnia inguinale: esempio graficoRispetto alla dislocazione dei visceri le ernie si distinguono in:

- interne: quando lo spostamento avviene all'interno del corpo.
- esterne: quando i visceri, infiltrandosi tra le strutture che compongono una parete (in particolare quella addominale), si dirigono verso l'esterno diventando evidenti.

Rispetto alle sede in cui l’ernia si verifica, è possibile distinguere:

- Ernie addominali: interessano i visceri addominali mobili e sono ernie esterne.

L'ernia inguinale è la più frequente tra le ernie addominali e compare all'altezza della regione inguinale.

Un'ernia particolare è quella che si fa strada in corrispondenza della cicatrice di una pregressa ferita chirurgica o laparotomica ; in questo caso si parla di laparocele o di ernia post-laparotomica o post-incisionale (dopo un intervento chirurgico sull’addome).

Le ernia addominali sono le più frequenti manifestandosi nel 5-6% della popolazione.

ernie-addominaliLe principali ernie addominali :: Tratto da Atlante di Anatomia Umana di Frank H.Netter - Edizioni MassonIn figura osserviamo:

1 - Ernia epigastrica
2 - Ernia ombelicale
3 - Laparocele
4 - Ernia rara di Spigelio
5 - Ernia crurale

 

- Ernie diaframmatiche:  in cui si ha la dislocazione di visceri addominali in cavità toracica.

La più frequente è rappresentata dalla ernia iatale in cui parte dello stomaco protrude nella cavità toracica attraverso lo iato esofageo.

foto3Esempi di ernie interneIn figura osserviamo:

1 - Esofago
2 - Peritoneo
3 - Diaframma
4 - Stomaco erniato
5 - Iato

Sono tipiche ernie interne.

discoErnia discaleAltri tipi di ernie che NON APPARTENGONO ALLE ERNIE ADDOMINALI sono:

- Ernie Cerebrali: sono ernie interne secondarie allo sviluppo di masse tumorali che si insinuano all’interno di due  fori presenti all’interno di due strutture ossee (osso occipitale ed osso sfenoide) che costituiscono la scatola cranica e sono rispettivamente,  le ernie tonsillari e le ernie cerebellari.

- Ernie del disco:  si verificano per dislocazione del nucleo polposo nel canale spinale della colonna vertebrale nei tratti cervicale, toracico, lombare o lombo-sacrale. Si tratta di ernie interne.

Questo sito utilizza i cookie per una migliore gestione della navigazione dell'utente. Per maggiori informazioni leggi l'Informativa estesa