Ernia crurale

Posizione ernia crurale

L’ernia crurale è una varietà di ernia che si manifesta più frequentemente in età adulta ed ha una netta predisposizione nel sesso femminile.

 

Sintomi ernia crurale

ernia crurale schema

La tipica tumefazione erniaria è localizzata in una posizione più bassa rispetto alla piega inguinale, in una regione chiamata appunto crurale o femorale, dove la parete addominale è caratterizzata ,per motivi anatomici, da una costituzionale debolezza.

La porta erniaria, cioè l’orifizio attraverso il quale si fa strada la tumefazione erniaria, si presenta più spesso di piccole dimensioni ed è inoltre circondato da strutture piuttosto rigide, che tendono pertanto a “comprimere” il contenuto dell’ernia, e quindi ad evocare dolore anche intenso.

L’ernia crurale, rispetto ernia inguinale, causa più frequentemente dolore locale e più spesso va incontro a complicanze quali l’incarceramento e lo strozzamento. Viceversa può non causare disturbi ed essere notata dal paziente per la comparsa di una piccola tumefazione poco sotto l’inguine, che aumenta di dimensioni con manovre che inducono un aumento della pressione endoaddominale, quali il colpo di tosse o durante l’esecuzione di sforzi fisici.

Terapia e approccio chirurgico ernia crurale

La terapia dell’ernia crurale è esclusivamente chirurgica. L'approccio può essere per via laparoscopica in anestesia generale, oppure in anestesia locale con un'incisione a livello della regione crurale o inguinale. La riparazione del difetto della parete addominale può essere eseguita tramite una plastica con punti di sutura (e quindi senza protesi) se il difetto è di dimensioni molto piccole, o, più frequentemente  può richiedere il posizionamento di una protesi o rete che può essere riassorbibile (biologica o sintetica) o non riassorbibile (sintetica) a seconda della situazione individuale, dell'anatomia chirurgica e quindi ancora una volta una chirurgia su misura (Tailored surgery)

Nella foto in alto: 1. aponeurosi del muscolo obliquo esterno - 2. legamento rotondo - 3. fascia cribriforme incisa - 4. sacco erniario - 5. vena femorale ricoperta dalla guaina vascolare.
[Enciclopedie Médico-Chirugicale I 40-107 - Elsevier Masson].

Nelle immagini: Sequenza chirurgica della riparazione di un'ernia crurale

Immagine 1

Immagine 1

Ernia crurale
Immagine 2

Immagine 2

Una pinza è inserita nel buco dell'ernia crurale dopo che questa è stata ridotta all'interno
Immagine 3

Immagine 3

Riparazione dell'ernia con una protesi/rete assorbibile a lento riassorbimento

Stampa Email

Questo sito utilizza cookies esclusivamente per ottimizzare la navigazione dell'utente